Delizie segrete dell’impotenza

Delizie segrete dell’impotenza. L’impotenza è curabile? Ho visto questo articolo nel libro del Dr. A. Kurpatov e non ho potuto resistere a scriverlo nel mio blog per aiutare gli uomini in questa materia. Ogni uomo dovrebbe saperlo e sarebbe bello se lo sapesse anche una donna, perché l’impotenza psicologica dipende in gran parte dall’altra metà, cioè una donna, direi tutto … In generale, andrà tutto bene …

Sottigliezze di potenza maschile

L’impotenza nel 90% dei casi ha una base psicologica e non si applica all’impotenza fisica, in quanto è il fascino segreto dell’impotenza, l’impotenza è curabile in quasi tutti.

Delizie segrete dell’impotenza. Quindi, se parliamo di impotenza causata da ragioni organiche (ad esempio: diabete o depressione), allora il trattamento dovrebbe essere specifico – prima di tutto, compensazione della malattia sottostante, e poi tutti i metodi fino alla chirurgia (per il diabete) e riabilitazione mentale (per la depressione).

Ma se stiamo parlando di nevrosi, di impotenza immaginaria, che si verifica dozzine, se non centinaia di volte più spesso dell’effettiva, organica, allora non te la caverai così facilmente … Dovrai affrontare due cose, o, più precisamente, andare in due direzioni.

Da un lato, è importante sbarazzarsi di quelli complessi psicologici, che si sono formati in un uomo in relazione alla sua funzione sessuale. D’altra parte, è necessario aiutare questa stessa funzione sessuale, ed è così che parliamo della salute di un uomo..

Nel caso della nevrosi classica “aspettative di fallimento»Lo psicoterapeuta aiuta il paziente a ricordare, per così dire, la storia del problema. Quando è accaduto per la prima volta “questo orrore”? Cosa stava pensando l’uomo in quel momento, in che stato si trovava, quali eventi hanno preceduto o accompagnato questo grande dolore ?

Di norma, già in questa fase, vengono chiariti un numero enorme di dettagli, che spiegano in modo completo e completo le vere ragioni di quel particolare fallimento sessuale. Quindi è necessario ricordare e comprendere l’ulteriore comportamento dell’uomo – cosa ha iniziato a pensare dopo la sua “vergogna”, cosa è diventato per lui.

Qui, di regola, si scopre che l’uomo, in primo luogo, è tutto esausto e, in secondo luogo, è terrorizzato e ora ha semplicemente paura del sesso. Devo spiegare che tutta questa “economia” psicologica è il peggior nemico di un’erezione? Sì, è necessario. E lo psicoterapeuta, il sessuologo spiega …

Ulteriore escursione nell’infanzia, nell’adolescenza, nella giovinezza, ma senza Maxim Gorky, ovviamente. Là, in questi “anni meravigliosi” – non c’è quasi dubbio – si scoprirà una varietà di traumi psicologici associati all’esperienza e al comportamento sessuale..

Ad esempio, un adolescente si masturbava molto e spesso, provando allo stesso tempo un terribile rimorso, e inoltre, era terribilmente preoccupato per le dimensioni “microscopiche” del suo pene, nonché per la mancanza di popolarità desiderata o almeno di una certa popolarità. dal gentil sesso.

Inoltre – di più: ha cercato di acquisire la prima esperienza sessuale, essendo ubriaco (probabilmente il 98%), alla dacia con gli amici, su un divano cigolante, con una donna con la quale non avrebbe nemmeno mantenuto la compagnia sobriamente.

Poi una storia d’amore infruttuosa con una donna che era molto più grande di lui e gli faceva costantemente notare la sua inconsistenza maschile, confrontandolo – volenti o nolenti – con i suoi ex amanti.

Abbiamo bisogno di qualche dettaglio in più. Credimi, nella vita della maggior parte degli uomini c’è un numero sufficiente di problemi sessuali, che costituiscono la base della sua attuale impotenza nevrotica..

Ora è importante capire, comprendere, rivalutare questa precedente esperienza.. I fallimenti sono solo fallimenti, non una frase.. Tutto qui non è solo soggetto a ricorso, ma anche a modifiche. Tuttavia, questi fallimenti possono anche essere usati come scuse …

Tipo, laggiù, qualcosa e quello non andavano bene con me, e quindi è comprensibile il motivo per cui ora non è tutto come vorrei. È una cosa strana, ma questa è la logica della nevrosi: cercare scuse per un sintomo doloroso. Spesso è più facile per la nostra psiche nascondersi nel guscio della nostra paura che uscire in campo aperto e superare le difficoltà che sono sorte in una lotta leale..

Perché sta succedendo ? Per rispondere a questa domanda, dobbiamo tornare dall’infanzia, distrarci da un problema sessuale specifico e dare uno sguardo più da vicino alla nostra vita oggi …

È difficile trovare un uomo la cui paura dell’impotenza si svilupperebbe sullo sfondo felice della sua vita arcobaleno. Guardando da vicino, noteremo sicuramente che una persona così impotente ha problemi sopra il tetto, sia a casa che al lavoro. Il rapporto con sua moglie non va bene: conflitti, rivendicazioni reciproche, rimproveri, scandali, sospetti, mancanza di comprensione, cura, attenzione, calore.

In precedenza, all’alba della convivenza, tutto era diverso: innamoramento, attrazione sessuale, persino passione. Ma col tempo, i vecchi colori dell’entusiasmo sessuale svaniscono, la routine risucchia e lì – gravidanza, parto, conflitti con i parenti, pretese egoistiche di entrambi i coniugi l’uno verso l’altro – “tu non mi ami”, “non lo fai me ne frega niente “,” non posso più fidarmi di te “e così via con lo stesso spirito.

Stanchezza, noia e generale insignificanza dell’esistenza. Il sesso si trasforma in lavoro “il debito coniugale deve essere ripagato!” E tutto questo sullo sfondo di una totale insoddisfazione – a volte un po ‘, a volte molto, a volte non così, poi senza sentimento, poi senza romanticismo, poi senza accordo, poi, al contrario, troppo lentamente e tristemente.

Esclamazione perentoria: “Ne hai solo bisogno. “Dà modo di strillare:” Non mi sento una donna con te. “, Poi di nuovo il primo e così via in cerchio. Orrore! Vuoi questo tipo di sesso in una relazione del genere. Non particolarmente.

Un uomo deve adattarsi, adattarsi a una donna, andare d’accordo con il suo umore mutevole. Si stanca di sentirsi ora uno stupratore, ora un mostro morale, ora la causa di tutti i suoi infiniti guai e disgrazie. Si stanca … E devi anche trattenerti per non andare “a sinistra”. Mentre molti altri compagni sono già andati a dimostrare, a questo proposito, la piena gioia di vivere.

Poi vado io una, due, terze volte. Non male, ma neanche bene. Puoi provare ad andare da un’altra donna, ma lì, dopo una pausa, ottieni tutto come nella famiglia che ti sei lasciato alle spalle. Ritornare . Ritorna, perché chiedono molto, perché dicono che ora sarà tutto diverso, per tornare a capire che niente sarà diverso.

In questo vortice di alti e bassi, ansia, stanchezza e ansia della vita, un uomo ottiene sempre meno piacere dai rapporti sessuali. Sono gradualmente associati nella sua coscienza, e anche nel subconscio, a esperienze spiacevoli. Se non fosse stato per loro, probabilmente non sarebbe stato necessario sopportare tutto questo. Essere ostaggio del tuo desiderio non è terribile. Terribile.

Naturalmente, non tutti gli uomini sono immersi in tali pensieri, più spesso i loro pensieri sono occupati da problemi specifici in cui si sono “cacciati”, e per niente dalla teoria che unisce questi problemi. Ma in un modo o nell’altro, il “sedimento” rimane … E l’impotenza non è un’opzione ?

Strana, ovviamente, la mossa del cavaliere. Ma è piuttosto una via d’uscita! Se non hai bisogno di più “questo”, quindi su tutto ciò che è connesso a tutto questo, non puoi più pensare. Sì, ora dovrai preoccuparti del fatto che sei diventato impotente, hai perso la tua precedente “forza maschile”.

Ma almeno qui hai a che fare con le tue esperienze e non con estranei! Già un risultato. Qui, e la moglie mostra improvvisamente attenzione e cura: il marito è malato, non c’è sesso, dobbiamo avere pietà di lui, in qualche modo cercare di eccitarlo. Per così tanti anni, improvvisamente, di sua iniziativa, si veste di biancheria intima erotica, si mette a dieta e perde davvero peso, riempiendosi di un canarino e lodando …

Quando altro è stato questo ?! Mai. Quindi, un ulteriore rinforzo positivo dell’immaginaria impotenza maschile risulta essere in uso. Si scopre che essere impotente è benefico: una donna è spaventata, sospetta un tradimento, inizia a dubitare della sua irresistibilità e generalmente nota in lui – suo marito – un uomo. È un paradosso, ma …

E se non tutto va bene al lavoro, allora l’impotenza è affatto – sbarazzarsi di tutti i problemi. Dopotutto, un problema non è quando è cattivo, un problema è quando pensi costantemente a ciò che è male. E ora, diciamo, al lavoro, orrore – orrore. Ci pensi tutto il tempo, e anche se ti arrampichi sul muro, è così doloroso per te pensarci..

Ma non appena, all’improvviso, un bel giorno capisci: “Sono diventato impotente”, la vita cambia drasticamente. I problemi di lavoro svaniscono istantaneamente in secondo piano: cosa diavolo sono i problemi di lavoro quando non devo ?! Ovviamente il lavoro è stato subito dimenticato e il mio cuore si è sentito meglio..

Come trattiamo l’impotenza? Ebbene, è anche un’attività piacevole, devo dirtelo – pensa all’erotico, studia la pornografia, vai nei “saloni di massaggio” … Non cure, ma una favola, onestamente! Cioè, un altro rinforzo positivo.

In altre parole, ammettendo il pensiero della propria impotenza, un uomo scopre improvvisamente che la sua vita è quasi bella: sua moglie si trasforma da volpe in una notte di maggio, non le importa assolutamente del lavoro – “brucia di una fiamma blu quando Ho un tale dolore “, in più puoi andare tutto il giorno a pensare al sesso, e senza alcun rimorso – non stai tradendo tua moglie, ma” essendo trattato “!

Un tale lafa, ovviamente, ovviamente devi trovare una sorta di scusa … E i fallimenti sessuali del passato – paure infantili e traumi adolescenziali – tornano utili. Resta da “saldare” tutto questo in un circolo vizioso di paura di aspettativa di fallimento – un altro “errore di accensione”, e basta: l’immagine ha preso forma !

Questa è la formula classica di qualsiasi nevrosi, che ho descritto dettagliatamente nel libro “Con una nevrosi nella vita”: un sintomo aiuta una persona a risolvere alcuni problemi che senza questo sintomo sono per lui insormontabili.

Certo, la vita di un nevrotico non è zucchero. Naturalmente, l ‘”impotente” soffre davvero. Ed è assolutamente certo che non sta ingannando nessuno, non sta giocando brutti scherzi o ingannando nessuno (tranne se stesso). La funzione sessuale in un uomo che soffre di una tale nevrosi sessuale è davvero inutile, sebbene, da un punto di vista medico, sia assolutamente sano..

Sì, tutto questo, probabilmente, sembra essere una totale assurdità, ma quando la tua sofferenza ti porta i dividendi desiderati, è difficile rifiutarla, nonostante sia questa la sofferenza più vera … Ecco, però, un’altra sorpresa ti aspetta il nevrotico. Come nel caso della maggior parte delle altre nevrosi, il sintomo svolge la sua funzione di “salvataggio” solo all’inizio..

Dopo un breve periodo di tempo, i dividendi che la sua nevrosi sessuale porta a un uomo iniziano a sciogliersi, per poi prosciugarsi completamente. La moglie, avendo perso le ultime speranze di una “cura” del marito, si trasforma di nuovo in una bisbetica. I problemi con il lavoro raggiungono un nuovo livello e non è più possibile licenziarli..

I pensieri sul sesso tanto più si trasformano in vero tormento, poiché l’uomo stesso, sofferente per la sua “impotenza”, smette di sperare in una “cura”. Più una persona è in uno stato di nevrosi, più difficile è per il suo cervello cambiare questo doloroso programma. Quello che dall’inizio era solo un gioco si trasforma in un’abitudine, e un’abitudine è una seconda natura …

Nota: “Come sono veramente gli uomini?”

Inutile dire che la nevrosi da impotenza maschile è provocata e, si potrebbe anche dire, “dedita” alle donne. Probabilmente, è necessario, perché le donne, di fronte a un problema simile della loro “seconda metà”, sono per qualche motivo nell’assoluta fiducia che questo sia un problema di un uomo, e non una caratteristica della loro relazione coniugale. In realtà, questo è un enorme malinteso: è solo una questione di relazioni. Il desiderio e la volontà dei partner di fare sesso è una sorta di indicatore della qualità della relazione..

A volte, tuttavia, la natura qui fa una specie di trucco con le orecchie e l’energia sessuale brucia proprio in quelle coppie che vivono letteralmente di coltelli. Inoltre, brucia appassionatamente e con una fiamma brillante! Ma, di regola, tali coppie non durano più di pochi anni. Alla fine, l’aggressività reciproca dei partner perde la sua componente erotica e si instaura un vuoto interno specifico: freddezza, alienazione, indifferenza. In generale, se decidi di recitare la commedia “Carmen”, preparati per il finale appropriato.

Nella maggior parte dei casi, il desiderio o la riluttanza dei partner a stare insieme è ancora il risultato del microclima familiare. Sì, ho sentito dai miei pazienti più di una volta che, dicono, il rapporto nella nostra famiglia è eccellente, ma non vogliamo sesso l’uno dall’altro per molto tempo. Da un lato, una tale posizione può essere compresa: nel tempo, la stanchezza di un partner si instaura, tutto diventa noioso, l’abitudine porta a una certa insipidezza, che è controindicata nella nostra sessualità.

D’altra parte, qui c’è qualcosa che non va … E se si scava in giro, questo “non così” si scopre facilmente. In una relazione coniugale a lungo termine, la motivazione principale delle relazioni sessuali è il desiderio reciproco dei partner di compiacersi a vicenda, di darsi piacere a vicenda. Questo è precisamente il piacere del piacere fornito, e non il desiderio erotico e la soddisfazione fisiologica..

Se gli sposi non hanno alcun desiderio di compiacersi a vicenda, la lingua non osa chiamare “ideale” tale relazione. A loro è successo qualcosa, a questa relazione, se si perde questa manifestazione naturale dell’amore in una coppia.

Ma sto divagando di nuovo … Torniamo al ruolo delle donne nella pseudo-impotenza maschile.

Noi stessi non siamo consapevoli della misura in cui dipendiamo dagli stereotipi di genere. “Uomo” e “Donna” non sono solo nomi di genere. Questi sono, prima di tutto, due ruoli: maschio e femmina..

Un “uomo”, se capovolgiamo il nostro subconscio, è la seguente struttura di gioco di ruolo: un tipo forte, attivo, aggressivo, atletico che non si preoccupa affatto del suo aspetto, svolge il ruolo di “capofamiglia della famiglia” , ha esperienza in questioni sessuali. In generale, uno stupido privo di emozioni, non incline alla simpatia, ma razionale, logico, che cerca leadership, potere e indipendenza.

Le “donne”, secondo i nostri atteggiamenti inconsci, sono creature di un tipo completamente diverso: creature deboli, dipendenti, passive, antisportive, virtuose e innocenti – “casalinghe” e “galline” che si preoccupano costantemente del proprio aspetto e sono impegnate con il proprio emozioni. Gentili, sensuali, frivole, incoerenti, intuitive, compiacenti, disponibili, a loro agio, dipendenti, timide e timide: ecco cosa sono, “donne”, attraverso gli occhi del nostro subconscio.

Uomini e donne sono davvero così? Ovviamente no. Alle donne non si può negare la razionalità, il razionalismo, la testardaggine, l’ambizione e talvolta anche la rigidità. E se gli uomini fossero davvero quegli sciocchi insensibili che possono solo calcolare logicamente la loro carriera nella lotta per il potere, allora tu ed io non avremmo nel nostro spazio culturale né Pushkin e Dostoevsky, né Bach e Mozart, ma sui pittori non c’è niente da fare dire niente.

La cultura, l’arte è un campo di sensualità profonda e penetrante, e questo campo è stato creato, prima di tutto, dagli uomini. E perché questi “sciocchi insensibili”, ti prego di dirlo, il doppio delle donne si suicidano? Questi bio-robot rompono degli ingranaggi nelle loro teste? Ingranaggi – ciao e si autodistruggono ?

Ebbene no, probabilmente no. Ci sono i nostri atteggiamenti subconsci e c’è la realtà reale, e questa non è la stessa cosa. Gli uomini e le donne reali sono molto lontani da quelle immagini che il nostro subconscio ci attira..

Gli uomini non sono solo esseri viventi, ma anche compagni emotivi, vulnerabili e sensuali. Lascia che sia una sensualità diversa, un’emotività diversa, ma ha un posto dove essere e al massimo. E ognuno di noi, avendo riflettuto su questa domanda, ne sono certo, concorderà sul fatto che considerare un uomo “senz’anima” non è solo ingiusto, ma anche semplicemente stupido.

Tuttavia, nelle relazioni tra i generi, vengono attivati ​​i nostri stereotipi subconsci e non una valutazione oggettiva della realtà. Gli uomini iniziano a comportarsi nei rapporti con le donne come se fossero creature senza spina dorsale che volteggiano sempre in una sorta di nuvole rosa, e le donne si comportano con gli uomini come se fossero insensibili dalla nascita, soffrono di ottusità emotiva e congelamento a tutta la testa..

Ed è proprio questa la radice di molti problemi: nell’interazione con rappresentanti del sesso opposto, siamo guidati, prima di tutto, dai nostri atteggiamenti inconsci nei confronti dei rappresentanti del sesso opposto, e non da questi stessi rappresentanti..

Perché ne parlo? E inoltre, l’incapacità degli uomini di mostrare adeguatamente i propri sentimenti, il loro desiderio forzato di dimostrare all’infinito a tutti ea tutti il ​​loro valore, la loro paura panica della sconfitta non indica affatto che gli uomini non abbiano sentimenti e il successo agli occhi dei compagni tribù è l’unica cosa a cui sono veramente interessati.

No, al contrario! I sentimenti, senza dubbio, lo sono, ea volte vuoi avere successo non solo “sul campo di battaglia”, ma anche a casa tua. Ma è proprio in questo, secondo la tradizione che si è sviluppata da secoli, che le donne vengono negate agli uomini. Dire una parola gentile a un uomo è qualcosa di innaturale per le donne..

Soprattutto quando si tratta di questioni intime. Loderanno per le “mani d’oro” e anche per lo stipendio portato a casa, potranno dire “grazie”, ma ammetteranno a un uomo che è bello, forte, gentile, affettuoso … No, uomini, voi non aspetterò .

Inoltre, non è una valutazione formale che è importante qui, ma la partecipazione personale, quando una donna lo dice da se stessa, dal suo cuore, con sentimento. Cosa pensa che sia bello nel suo uomo: occhi, labbra, mani, figura? Lo sa? O sembra a qualcuno che tutto questo per un uomo non abbia importanza ?

Ha, e uno molto grande. È importante per un uomo sapere e sentire che è desiderato, che è amato, che il suo aspetto è ammirato. Questo tipo di incoraggiamento, così raro nelle famiglie russe, è l’incentivo di legame più importante per le relazioni. Non c’è niente di peggio di quando un uomo si sente indesiderato, superfluo, inetto, insostenibile, brutto.

E contrariamente alla convinzione che gli uomini non si preoccupino in alcun modo del loro aspetto, tutti, in fondo, vogliono essere dipinti belli. E, probabilmente, le loro mogli trovano i loro mariti attraenti, almeno in qualche parte. Ma perché, allora, non dirlo all’uomo ?

La nostra lode è un rinforzo positivo per i tratti che lodiamo. Se dici al tuo uomo che è affettuoso e gentile, cerca di essere così – affettuoso e gentile, al fine di ascoltare di nuovo parole così incoraggianti. Se dici a un uomo che è un “egoista” e un “bruto maleducato”, allora, scusami, riceverai proprio un uomo simile in risposta a tali affermazioni, perché la critica, a suo modo, programma anche la nostra psiche.

E puoi anche dire a un uomo che non riesce a letto, che non sei soddisfatto della tua vita sessuale e hai già dimenticato l’ultima volta che hai avuto un orgasmo … Puoi. Ma, sfortunatamente, l’effetto sarà appropriato: tradimento o impotenza, impotenza nevrotica, ovviamente.

Oltre a questo, le donne dovrebbero anche ricordare quali sono le loro esperienze. Esternamente, può sembrare completamente diverso da quello che sembra dall’interno. La malinconia può sembrare malcontento, la stanchezza come rifiuto, l’insoddisfazione come irritabilità e così via. E un uomo vede ciò che vede … In genere tendiamo a sopravvalutare i nostri talenti comunicativi e la capacità di costruire relazioni in una coppia.

Sfortunatamente, come mostrano studi speciali, le donne spesso si rivelano cattive ascoltatrici dei loro uomini, non sono interessate al loro stato d’animo e alle loro condizioni, non entrano in empatia con i loro problemi, dimenticano di mostrare tenerezza (carezze, toccare, abbracciare), accettare il corteggiamento dei loro uomini e la loro attenzione come qualcosa di per sé ovviamente, da parte loro, non cercano di accontentarli, non sanno essere allegri e allegri nella comunicazione con i loro mariti, non chiedono perdono, anche quando capiscono che questo deve essere fatto per tutte le torte, non voglio ascoltare cose spiacevoli a loro rivolte.

Tutto questo, di regola, sembra “inappropriato” alle donne. Perché? Non accettato. E molte donne sono fiduciose di fare tutto questo – e ascoltano i loro mariti, li lodano, sostengono e indovinano il loro umore, e tutto questo al momento giusto e nella forma giusta. Solo qui gli uomini, per qualche ragione, testimoniano il contrario. E soffrono anche di nevrosi sessuale – impotenza immaginaria.

About the Author

Related Posts